Personale

Condividi sui tuoi social:

Massimo VologniCome mi capita di dire abbastanza spesso: “sono nato analogico ma mi sono convertito digitale, quando ancora il web era fatto solo di pagine testuali monocrome”.

Una battuta, ma che caratterizza il mio modo di essere, sono sempre stato curioso ed appassionato di ogni novità, pensando che la tecnologia ha spesso condizionato l’uomo mentre invece dovrebbe avere un ruolo ed una funzione strumentale.

La mia prima passione sono le mie due figlie, Eleonora e Melissa, la bellezza di essere padre a pieno, nel modo migliore, non certo perfetto, ma al meglio delle proprie possibilità, sapere ascoltare i figli prima ancora di essere concentrati su quello che si dice loro aiuta ad avvicinare a far comprendere che loro non sono oggi molto diversi da ciò che siamo stati anche noi alla loro età, anche se in condizioni sociali molto diverse e probabilmente migliori di quelle che si stanno accingendo ad affrontare nel loro percorso.

Amo leggere, il cinema, il teatro tutti interessi nei quali, pur avendo preferenze, non mi lascio condizionare ed anzi amo esplorare stili e generi differenti.

Sono stato per oltre 20 anni volontario in Croce Rossa operando nel soccorso, ma anche in azioni di intervento in Italia (protezione civile) ed all’estero in missioni umanitarie internazionali.

L’incontro con tante persone è la chiave di tutto, lasciarsi contaminare da culture diverse senza farsi cambiare nelle basi dei propri principi ma senza perdere l’occasione di capire la natura della diversità umana che nel confronto diventa sempre e comunque arricchimento reciproco.

La fotografia una mia ulteriore passione, dilettante e praticante, oggi agevolato come molti dall’avvento degli strumenti digitali che rendono tutto maggiormente fruibile.